mercoledì 22 dicembre 2010

REGIME FASCISTA-RIFORMA UNIVERSITARIA: LEGITTIMA DIFESA DEGLI STUDENTI.


Qui sopra:il cadavere di Mussolini e dei suoi complici esposto dai partigiani a Piazzale Loreto.

I MOSTRI STORICI DEL FASCISMO SONO STATI BANDITI DALLA COSTITUZIONE E DALLA LEGGE,EPPURE SONO RITORNATI,HANNO RIFORMATO I LORO PARTITI,HANNO FATTO BRANCO,SI SONO ALLEATI CON LA SETTA VATICANA E CON LA MAFIA, VOGLIONO FARE DELL'ITALIA UN FEUDO DISTRUGGENDO IL LORO PIU'GRANDE NEMICO:LA CULTURA.

Questo articolo nasce come risposta alle ipocrite denunce che si sono sollevate contro la violenza usata dagli studenti per liberare il Paese dal regime fascista, durante la guerriglia urbana del 14 dicembre 2010 a Roma. Quante belle anime candide...tanto candide quanto piccole, minute, inesistenti abbiamo sentito in questi giorni, dopo la manifestazione degli studenti il 14 dicembre, ripetere la solita, squallida, ipocrita, desolante tiritera del "no alla violenza", quanti bravi e incravattati avanzi di galera seduti in Parlamento, o nelle bettole delle trasmissioni televisive condotte dalle solite vecchie mummie tenute al guinzaglio dai loro padroni, bene attente a non lasciarsi sfuggire nemmeno un rantolo sui veri obiettivi dei gerarchi del regime, o contro i dittatori sanguinari della setta vaticana che continuano a vivere sulle spalle degli italiani, contro i mafiosi e gli assassini seduti in Senato...non si può, non è educato e convenevole dire che l'Italia è tenuta in ostaggio dal crimine e dalla dittatura fascista, alleata di un altra dittatura di parassiti sociali risiedente in Vaticano, alleata a sua volta della mafia di cui rappresenta i valori nefasti e la continuità...non è elegante dire in faccia all'assassino, al parassita clericale, al criminale fascista ciò che è, mostrargli lo specchio, meglio fingere di vivere in un Paese normale in mezzo all'Europa, fingere di non vedere, di avere davanti a sè qualcuno con cui poter comunicare, tanto per non ammettere a sè stessi di aver permesso il ritorno dei mostri storici nel nostro Paese, che per la Costituzione non avrebbero mai più potuto riformarsi, meglio scandalizzarsi per le vetrine rotte dei commercianti, per le auto bruciate, per i bancomat sfasciati...certo, ma non sono alieni venuti da Marte coloro che compiono la legittima violenza, ma sono gli stessi figli di chi subisce le devastazioni, di chi ha permesso a questo orribile rigurgito di fascismo e di clericalismo di devastare l'Italia nel XXI°secolo, di chi ha votato questi criminali al potere, ed hanno il sacrosanto diritto di difendersi con ogni mezzo, così com'è sempre stato ogni volta che si ha avuto a che fare con questi fenomeni,e la violenza la compiono con la propria pelle, non seduti in poltrona, la compiono per permettere al futuro di farsi breccia, perchè un domani i loro stessi figli li possano ringraziare per quella legittima, coraggiosa violenza purificatrice, affrontano con coraggio ciò che noi vigliaccamente abbiamo lasciato che fossero loro ad affrontare: i vecchi draghi fascisti con cui abbiamo avvelenato i loro giorni per poi lamentarci se le nostre belle vetrine sono sfasciate e se qualche bancomat è stato distrutto! Qualsiasi azione provenga da loro, qualsiasi mezzo da loro usato per demolire questo orribile scenario sociale è legittimo, perchè proviene da coloro a cui appartiene la casa del futuro, che è cosa loro, della quale sono i leggittimi proprietari e che hanno il diritto di derattizzare e di difendere con qualsiasi mezzo.

LA DELUDENTE PREDICA DI SAVIANO. VECCHI MOSTRI=VECCHI METODI.

La lettera aperta di Saviano agli studenti è profondamente deludente, avrebbe fatto molto meglio a non esprimersi, perchè dimostra un intenzionale distacco dalla realtà, simile al buonismo qualunquista, e con ciò non voglio togliere nulla alla stima che anch'io ho sempre avuto, ovviamente, per questo personaggio. Saviano dice che i metodi rivoluzionari e violenti fanno parte di una vecchia mentalità ormai superata; ora mi chiedo come si possano usare ipotetici "nuovi" metodi contro reali "vecchi" mostri storici. Saviano non ha certo bisogno che qualcuno lo avverta che stiamo vivendo il più scandaloso rigurgito fascista-clericale in Europa nel XXI°secolo, che si manifesta sotto forma di un regime dittatoriale in odio a tutte le democrazie europee che difficilmente sopportano la presenza del nostro Paese nel novero dei loro membri, non ha bisogno che qualcuno gli dica che dopo la compravendita dei voti dei parlamentari tutti i giornali del mondo hanno apertamente dichiarato che l'Italia è un Paese a regime dittatoriale, e infine, non ha certo bisogno che qualcuno gli ricordi, fatte queste premesse, che nessun regime dittatoriale al mondo è mai stato demolito senza prezzo di violenza e di distruzione, non ha bisogno che qualcuno gli ricordi che con i dittatori non si discute: i dittatori sono destinati a fare tutti la medesima fine, come in Piazzale Loreto e come durante la Rivoluzione Francese, ma questa volta, purtroppo, anche questi despoti sopravvissuti alla civilizzazione europea quando cadranno saranno protetti dai diritti umani che ci siamo tanto faticosamente e violentemente conquistati proprio contro di loro, quindi, per loro fortuna, grazie a noi e alla violenza usata in innumerevoli rivoluzioni passate, ovviamente non saranno appesi in Piazzale Loreto e non perderanno la testa! In poche parole, anche i relitti storici fascisti e i parassiti clericali godranno delle nostre conquiste e dei nostri diritti...purtroppo. Dunque mentre Mario Monicelli prima di morire lancia un appello agli studenti: "fate la rivoluzione", perchè evidentemente dall'alto del suo essere genio ed artista vede la verità e sa riconoscere la realtà meglio di chiunque altro, Saviano, non si sa per quale ragione, non certo per ingenuità, lancia un appello degno di una suora delle orsoline contro questa strega cattiva chiamata "violenza", grazie alla quale però abbiamo avuto tutto, abbiamo avuto il '68, abbiamo avuto i diritti, abbiamo avuto il progresso della storia, che non è stato ottenuto sedendosi a un tavolo di trattative con i potenti del momento.

LA RIFORMA UNIVERSITARIA, SE PASSERA', SARA' LA PIETRA MILIARE PER LA FORMAZIONE DI NUOVE GENERAZIONI DI PROLETARI IN STILE OTTOCENTESCO.

Tutto è correlato, tutto corrisponde ad un unico, subdolo, criminale progetto che si sta attuando nel nostro Paese. Come dissi in un mio precedente articolo, ci sono tre poteri che si complementano e si sono saldamente alleati in Italia: il fascismo, la mafia, il Vaticano; queste bestie formanti un Cerbero a tre teste hanno in comune tutto, ogni fine, ogni ideologia, ogni progetto: l'assolutismo, l'autoritarismo, l'arretratezza culturale, e proprio solo grazie a quest'ultima potranno vincere, proprio la cultura sarà la loro principale vittima, ovvero togliere alle nuove generazioni il diritto allo studio, attraverso il ricatto del merito, tagliare i fondi alla ricerca, mentre non si sognerebbero mai, i despoti fascisti, di tagliare qualcosa all'8x1000 destinato a mantenere gli alleati del Vaticano, o i fondi usati per sovvenzionare le scuole cattoliche al fine di drogare le menti dei giovani con l'oppio della superstizione, mentre il crocifisso dovrà rimanere lì, sulle teste dei nostri figli, nelle aule scolastiche, a monito che anche loro saranno agnelli sacrificali di una setta di inutili parassiti sociali, che dovranno campare sulle loro spalle, come sono campati fino ad oggi sulle spalle delle generazioni precedenti. A cosa serve la riforma universitaria? A creare un'altra serie di generazioni precarie, sottomesse, ricattabili, perchè, appunto, in Italia ci sono questi tre poteri che stanno lottando rabbiosamente per la propria sopravvivenza.

GASPARRI,IL MINISTRO FASCISTA CHE VOLEVA INTRODURRE IL REATO DI "LIEVE GRAVITA'"PER LA VIOLENZA SESSUALE SUI MINORI, AL FINE DI PROTEGGERE I PRETI PEDOFILI, INTRODUCE LE MISURE DA STADIO PER CONTRASTARE GLI STUDENTI E LI TRATTA DA ASSASSINI.

Questo insignificante esemplare subumano dal labbro pendulo e dall'espressione tutt'altro che intelligente (parole che rieccheggiano vagamente le considerazioni di Oriana Fallaci su questo personaggio), ha ben pensato di difendere la sua miserabile persona e quella dei suoi complici estendendo le misure adottate contro i tifosi violenti agli studenti che devono manifestare oggi a Roma. Non vedo cosa ci sia da meravigliarsi, visto che questo losco figuro, in seguito allo scandalo pedofila nella chiesa cattolica, avrebbe voluto, assieme ai suoi complici del PDL e della Lega, introdurre una legge che avrebbe impedito qualsiasi misura contro i preti pedofili in Italia, ovvero il "reato di lieve gravità per la violenza sessuale sui minori". Il piccolo despota, il fascista, lo spalleggiatore dei crimini contro i minori, tratta poi da assassini gli studenti che devono manifestare, invitando i genitori a tenere custoditi in casa i loro figli. Penso che non ci siano altri commenti da fare.

IL PAESE REALE E IL PAESE DEI DESPOTI ARROCCATI NEI PALAZZI DEL POTERE.

C'è un divario, un abisso incolmabile tra i vecchi despoti rintanati nei palazzi del potere e il Paese reale, la vita reale dei cittadini italiani e l'evoluzione della società, così come c'è un abisso incolmabile da generazione a generazione, per fortuna, poichè i trentenni sono infinitamente più evoluti dei quarantenni, i ventenni sono molto più evoluti dei trentenni, gli adolescenti rappresentano la generazione d'oro delle tappe evolutive sociali e culturali odierne e nessuno potrà fermare la forza della loro onda, la forza della realtà, dell'intelligenza, del futuro...tantomeno vecchi fenomeni da baraccone attaccati alle loro poltrone, che fra qualche anno saranno solo un brutto ricordo e che hanno quasi tutti un piede già nella fossa. Il sogno, il delirio di onnipotenza, l'illusione di questi relitti storici ha i giorni contati, vive di disperazione, il cui frutto è la prepotenza, vive di vecchi valori condivisi con la sottocultura mafiosa e clericale, fra cui la famiglia tradizionale, valori per schiavi, per sottosviluppati, per analfabeti, di cui questi individui si riempiono la bocca per allettare le masse. Ma il sonno della ragione è finito, l'unico orizzonte che i relitti fascisti e clericali possono scorgere dalla loro preziosa poltrona è quello della fossa in cui fra poco, pochissimo tempo si dovranno calare.

Alessia Birri, 23 dicembre 2010

E-mail: aleph1968@hotmail.it , oppure: ghibellina2@yahoo.it

Articoli correlati:

http://temi.repubblica.it/micromega-online/saviano-il-telepredicatore/

Testimonianza di Luca, studente presente alla manifestazione del 14 dicembre a Roma:

http://www.carmillaonline.com/archives/2010/12/003720.html#003720


Ecco i nomi dei senatori, fra cui Gasparri, che volevano proteggere i preti pedofili:

http://www.fainotizia.it/2010/06/30/violenza-sessuale-lieve-ai-minori-ecco-i-nomi-dei-senatori-che-volevano-aiutare-i-preti-p

venerdì 12 novembre 2010

FAMIGLIA TRADIZIONALE-FAMIGLIA MAFIOSA-GERARCHIA RELIGIOSA:IL FILO ROSSO.



Qui sopra:foto di famiglia gay con figli.

PERCHE'IL TRAMONTO DELLA FAMIGLIA ARCAICA POPOLA GLI INCUBI E I DELIRI DI VECCHI DESPOTI FASCISTI E CLERICALI? PERCHE' E' IL PILASTRO DI OGNI POTERE ASSOLUTO.


Chi non si è mai chiesto cosa si nasconde dietro la fissazione e l'ossessione di una monarchia assoluta radicata da quasi 2000 anni nel cuore di Roma e di vecchi fascisti, relitti di un vergognoso recente passato, per il concetto di famiglia tradizionale, ingannevolmente denominata "naturale"? Oggi, nel 2010, parlare di "famiglia tradizionale" significa innanzitutto soffermarsi ad analizzare un fantasma, qualcosa di trapassato e sepolto sotto gli strati dell'evoluzione sociale, non da oggi, ma da decenni, qualcosa che sopravvive ormai solo nei sogni paranoici, o meglio, nei deliri di vecchi relitti di un antica barbarie, che sanno di non avere eredi nè radici nella storia dell'umanità; quindi parlare di questo argomento significa fare un viaggio...una full immersion in quelle menti, in quegli spazi limitati e vicoli ciechi in cui vivono i politici italiani dell'attuale regime clerical-fascista, del tutto estranei ai tempi e alla realtà della società civile, arroccate in un piccolo, surreale mondo antico.
La famiglia come nucleo indissolubile e piramidale è innanzitutto il fondamento indispensabile sul quale si basa una società sostanzialmente immobile, non composta da cittadini liberi, ma da sudditi di un dittatore o,peggio, di un despota religioso che giustifica il suo potere su un indiscutibile volontà divina; la famiglia tradizionale è un invenzione funzionale a questo tipo di potere. Esempio più evidente di questa tradizione è proprio la famiglia mafiosa. Il filo rosso che lega la famiglia mafiosa e la "famiglia" gerarchica clericale è l'identica e speculare impostazione dei ruoli e dei compiti: il Papa è il despota assoluto e indiscutibile, così come allo stesso modo il capo famiglia della tradizione mafiosa rivendica potere insindacabile sugli altri membri del suo clan; non per nulla, non per ipocrisia i grandi boss della mafia sono sempre ferventi devoti della chiesa cattolica, ne celebrano i riti e ne rispettano i precetti come qualcosa di inscindibile dalla loro mentalità e dai loro fini, e non hanno mai ricevuto alcuna scomunica. La continuità tra questo tipo di famiglia patriarcale, indissolubile e basato sulla prevaricazione, e la società di regime ( religioso, fascista o nazista che sia, comunque dittatoriale ) è indispensabile ed assolutamente irrinunciabile per la spravvivenza di questi fenomeni storici, come l'esistenza in Italia di uno stato nello stato, ovvero un'arcaica e anacronistica monarchia assoluta che fino al suo ultimo rantolo dedicherà tutte, ma proprio tutte le sue energie a combattere il più grande nemico della sua permanenza: la democrazia, cioè la libertà e l'autodeterminazione dei cittadini non più sudditi, non più irregimentati fin dalla tenera età in nuclei famigliari oppressivi adibiti alla distruzione della loro personalità e della loro volontà. Lo strumento irrinunciabile dell'appiattimento sociale, della disumanizzazione e mercificazione degli individui è proprio questo tipo di famiglia, fondamento di ogni società immobile e arretratA.

DA "SACRA FAMIGLIA" A "FAMIGLIA NATURALE"

Tutto ciò che serve al potere ed è finalizzato alla schiavizzazione e sottomissione delle masse, viene coronato dall'appellativo di "sacro", per creare ovviamente timore ed avere un ascendente carismatico sulle menti ingenue e suggestionabili. Ma oggi non esistono più le masse ingenue e suggestionabili di qualche decennio fa, e il termine "sacro" non è più sufficiente ed, anzi, rischia di generare difese psicologiche contro chi pretende di detenere il monopolio delle coscienze, quindi ci si appella alla natura e addirittura alla ragione per giustificare proprio ciò che vi è di più irrazionale e mostruosamente innaturale, come per esempio i precetti e le assurdità della più aberrante ideologìa contro natura esistente da quasi due millenni: il catto-cristianesimo, e che a tutt'oggi è in grado di tenere il nostro Paese nell'arretratezza e nel degrado culturale rispetto all'Europa.

Il sentimento è naturale, teso all'evoluzione delle coscienze e alla naturale ricerca della felicità. L'autorità e l'immutabilità non sono naturali, sono artifici culturali, o, per meglio dire, derivati da una sottocultura che si è fatta strada nei secoli e a cui ci siamo assuefatti, finendo per perderne di vista gli aspetti terribili e autodistruttivi.

LA FAMIGLIA GAY COME ICONA DELLA PRIMA VERA CIVILIZZAZIONE DELL'EUROPA.

Una società oppressa e tenuta al guinzaglio da una gerarchia religiosa, che si oppone ai sentimenti e al raggiungimento della felicità dei suoi cittadini, basata su un concetto di famiglia disumanizzante e barbaro, non può dirsi una società democratica e civile. Una simile società ( democratica cioè e civile ) sarà ottenuta soltanto con la fine definitiva di ogni ideologia totalitaria, e nella quale proprio le ideologie totalitarie, sia politiche che religiose, vengano considerate illeggittime, come tutto ciò che si oppone alla dignità dell'uomo e quindi alla sua libertà. I sentimenti fanno paura a ogni parassita o dittatore, perchè rendono l'uomo libero e coraggioso, quindi sono il principale oggetto dell'ossessione e della paranoia clerical-fascista, così come lo sono le coppie omosessuali tese a formare un modello di famiglia quello sì naturale, perchè basato sull'affettività e sulla reciprocità, sia fra genitori e figli che fra consorti, così come lo sono tutte le coppie di fatto basate sul divenire e sulla libertà e non sull'immutabilità.

La famiglia omosessuale è lo spartiacque fra la barbarie e la civilizzazione, il più importante e rappresentativo simbolo della libertà e del progresso delle coscienze, così come rappresenta il più straziante tormento e terrore delle gerarchie cattoliche e dei loro servi nelle istituzioni dello stato, perchè toglie loro la linfa vitale, il fondamento dell'anti-democrazia che essi rappresentano, la dimostrazione che da questo momento la famiglia non sarà più basata su relazioni gerarchiche, ma sui sentimenti reciproci, la consapevolezza che ci saranno generazioni di cittadini cresciuti nel rispetto e nella libertà e che perciò non potranno più essere assoggettabili, generazioni di bambini che non subiranno più lavaggio mentale ed oppressione, MA CRESCERANNO ACCANTO A COLORO CHE I REGIMI TEMONO DI PIU' AL MONDO, e saranno generazioni straordinarie che doneranno un'immensa ricchezza all'evoluzione umana, sia antropologica che sociale.

PERICOLOSITA' DELLA DISPERAZIONE E DELL'ODIO CATTOLICO, FASCISTOIDE E CONSERVATORE.

Il dado è tratto.Detto questo si spiega facilmente il motivo del lacerante tormento ecclesiastico e fascista per il tramonto della famiglia tradizionale qui sopra descritta: è la fine di un epoca, di un'oscurità millenaria, di un sonno della ragione senza precedenti nella storia, come quello rappresentato dal cristianesimo. Per questo mi sento di fare un'appello alle coscienze per stare in allerta, perchè non ci saranno freni all'odio e al desiderio di vendetta di chi non ha più nulla da perdere, dobbiamo stare attenti tutti e tenere gli occhi aperti sui sotterfugi e sulla rabbiosa e disperata lotta di questi dinosauri che si arrabattano sperduti in mezzo alla nostra nuova e, per la prima volta, civilizzata Europa.


Alessia Birri, 12 novembre 2010

E-mail: aleph1968@hotmail.it ; oppure: ghibellina2@yahoo.it

giovedì 4 novembre 2010

I CITTADINI OMOSESSUALI ITALIANI OFFESI DAL CATTOLICO BERLUSCONI:NOTIZIE DA UN PAESE CROCIFISSO.


CRONACHE DA UN PAESE OSTAGGIO DELLA DISPERAZIONE E DELLA VENDETTA DEGLI ULTIMI RELITTI CLERICALI E DEI LORO SERVI ISTITUZIONALI.

Tutti siamo ormai al corrente delle infami affermazioni del (nostro malgrado) premier Berlusconi il 2 novembre 2010, nel tentativo di sviare l'attenzione dallo scandalo sulla minorenne marocchina Ruby: "meglio essere appassionati delle belle ragazze che essere gay"; certo, meglio essere dei puttanieri pregiudicati, sfruttatori della prostituzione che usano lo stato per coprire i propri crimini, spalleggiati dai pedofili violentatori di bambini del Vaticano, piuttosto che degli onesti cittadini utili che pagano le tasse in un Paese incivile ed arretrato che non li rispetta, e come al solito, dopo fatti ed affermazioni di tale gravità, nel nostro Paese non succede nulla, nessuno scandalo, per l'ennesima volta si sputa sui nostri giovani, sui nostri figli, come successe con la parola "chiacchiericcio"pronunciata dal parassita Bertone circa lo scandalo pedofilia, e, come al solito, nessuno si solleva, tutti mugugnano frasi insignificanti che non farebbero il solletico a nessunO, è un Paese di mummie, di morti, un cimitero, perchè è così che lo hanno voluto ridurre in decenni di regime confessionale, di svuotamento culturale e individuale dei suoi cittadini mediante l'oppio della sottocultura cattolica; siamo costretti a ripeterle queste cose, e ripeterle fino allo sfinimento, perchè l'Italia è un Paese che sta morendo, un Paese che sta uccidendo i suoi cittadini, i suoi giovani, le sue speranze per permettere la sopravvivenza dei relitti del passato, di vecchi parassiti clericali, di una monarchia assoluta nel cuore della capitale, abitata da inutili e reietti rifiuti cacciati dall'Europa, che vivono sulle spalle degli italiani, che non pagano le tasse e che poco a poco tentano di avvelenare, uccidere, insinuarsi in ogni settore pubblico e in ogni istituzione dello stato laico. I nostri giovani, più preziosi di tutto l'oro del mondo, più preziosi soprattutto della miserabile esistenza di un Berlusconi o di un Ratzinger, vecchi topi nati morti in un lontano passato che si ergono sulle nostre teste come incubi e spauracchi ripugnanti...i nostri giovani preziosi, meravigliosi e insostituibili (che non sono quella sparuta minoranza tanto propagandata nei mass media, che festeggia con i fazzoletti gialli ai viaggi del Papa) vengono umiliati, gli viene sputato addosso oggi per i loro gusti sessuali, domani sarà per qualcos'altro, certamente perchè non accetteranno mai di essere il gregge muto di una setta istituzionalizzata, non saranno mai e non potranno mai essere come le generazioni precedenti, mai accetteranno di farsi umiliare nella propria individualità e non cederanno il loro futuro nelle mani di nessuno, la maggior parte dei quali sono colti, orgogliosi e consapevoli e fanno paura a chi vuole tenere in ostaggio il nostro Paese per la propria sopravvivenza.

IL PAESE CHE UMILIA I CITTADINI CHE PAGANO LE TASSE PER MANTENERE AL SUO INTERNO IL CANCRO SOCIALE DELLA SETTA VATICANA.

Berlusconi in sè non è nulla, non esiste se non come strumento usato dalla congrega cattolica nel suo disperato tentativo di sopravvivenza. L'Italia è un Paese crocifisso dalla cultura della morte, dell'umiliazione e della superstizione, un Paese che ha deciso di sacrificare le nuove generazioni su quella croce infame di pazzia e di autodistruzione, che ha deciso che è meglio far vivere i nostri figli privi di diritti, di futuro e di dignità pur di continuare ad ingrassare le pance di vecchi criminali e violentatori di bambini, che vivono in uno stato illeggittimo ed abusivo piantato nel cuore della nostra capitale.
Oggi c'è Berlusconi come loro paladino, domani ci sarà qualcun altro, forse Niki Vendola che sembra pronto a vendersi a chiunque pur di agguantarsi una poltrona e che non avrebbe nessuno scrupolo a voltare le spalle agli omosessuali che si illudono su di lui. Loro avranno sempre qualcuno pronto a sputare sui cittadini italiani, perchè con i privilegi del Concordato tengono in ostaggio l'intero Paese, e quello che servirebbe sarebbe un politico veramente idealista, veramente nuovo rispetto ai vecchi e ai morti di cui siamo circondati.

LE INFAMI AFFERMAZIONI DI BERLUSCONI CONTRO I GAY FRUTTO DI UN ODIO EFFERATO CONTRO CHI RAPPRESENTA IL CAMBIAMENTO E LA FINE DELLA BARBARIE CRISTIANO-CATTOLICA.

Ripeto qui quello che ho già scritto nel mio precedente articolo "L'omosessualità è un valore fondamentale", poichè le affermazioni di Berlusconi non sono isolate, ma incluse in un clima di paura e di odio disperato verso coloro che rappresentano più di ogni altro il cambiamento e il progresso della società, che rappresentano la fine di un concetto di famiglia arcaico che stava alla base di ogni barbarie sociale e senza il quale non potranno mai sopravvivere, nè il fascismo, nè la setta vaticana, nè la mafia.

Alessia Birri, 4 novembre 2010

E-mail: aleph1968@hotmail.it ; oppure: ghibellina2@yahoo.it

giovedì 14 ottobre 2010

SICILIA "ISOLA DEI MORTI":COSTITUZIONE CALPESTATA PER VISITA DEL PAPA A PALERMO :-(


3 OTTOBRE 2010:DIRITTI FONDAMENTALI NEGATI AGLI ONESTI CITTADINI PALERMITANI PER NON TURBARE I SOGNI D'ONNIPOTENZA DEL DESPOTA DI UN PICCOLO STATO ABUSIVO ABITATO DA PARASSITI.

Possiamo iniziare questo articolo partendo dalle agghiaccianti parole pronunciate dal portavoce del Vaticano,l'estate scorsa, Navarro Vals: "è davvero considerevole il ruolo assunto dalla religione in Italia; l'Italia è un eccezione, una ricchezza stimolante che altrove manca del tutto."E' davvero gratificante per gli italiani sentirsi dire in faccia di essere gli strenui difensori, quasi come in preda ad un inguaribile sonno della ragione, di una superstizione istituzionalizzata, portatrice di degrado culturale e massima responsabile della deriva economica del nostro Paese. La Sicilia, in occasione della visita di questo arrogante nazista e protettore di pedofili, dovette trasformarsi nell'isola dei morti, dove solo gli avanzi di un mondo barbaro e medievale potevano far sentire la loro voce accompagnati da anacronistici "giovinastri"pronti a fare le feste e a sparare parole preconfezionate davanti ai microfoni dei giornalisti, sapientemente inquadrati dalle telecamere per farli sembrare una folla incontenibile.Un irruzione senza precedenti è stata compiuta dalla Digos alla libreria Altroquando di Palermo al fine di rimuovere un cartello postovi all'interno sul quale vi era scritto "I love Milingo",non certo i cartelli di protesta che si sarebbero potuti vedere esposti in qualunque altro paese civile e che sarebbero stati molto più duri e indignati di questo all'acqua di rose, ma un semplice ironico proclama.Inoltre cittadini considerati dei potenziali disturbatori della grottesca parata papale sono stati molestati e intimiditi telefonicamente per scoraggiarne eventuali manifestazioni di dissenso, attraverso azioni anticostituzionali, incivili e criminose.

Articolo 21:"« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
Articolo 14:"« Il domicilio è inviolabile.

Non vi si possono eseguire ispezioni o perquisizioni o sequestri, se non nei casi e modi stabiliti dalla legge secondo le garanzie prescritte per la tutela della libertà personale [cfr. artt. 13, 111 c. 2].

Gli accertamenti e le ispezioni per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali sono regolati da leggi speciali»."

Lo stoicismo degli italiani nel sopportare gli oltraggi, le offese, lo scherno dei parassiti clericali è noto, a partire dal "chiacchiericcio" con cui sono state connotate le violenze sessuali e i crimini ai danni dei minori, al fatto di essere l'unico popolo al mondo ad accettare una disastrosa crisi economica pur di mantenere uno stato illeggittimo e parassitario sul nostro territorio, fino a vedere sospesi i diritti costituzionali al passaggio trionfale di un despota assoluto, a capo di un favoloso regno fuori dal tempo, che pensa di essere il confidente personale di un fantomatico essere che abita in cielo ma vuole governare in terra. Il 3 ottobre 2010 a Palermo giunse forse un filantropo? Un benefattore del genere umano? Un'eroe salvatore di vite umane e promotore di progresso e benessere? Nemmeno in questo caso avrebbero potuto essere sospesi i diritti civili, in nessun caso i cittadini possono essere imbavagliati e calpestati, ma lo sono stati in occasione della visita di un pregiudicato, di un insabbiatore di centinaia di casi di violenza sessuale su bambini perpetrati dalla sua organizzazione, di un nazista amico e riabilitatore dei Lefebriani, di un nemico del relativismo e della libertà, del capo della più grande setta criminale esistente sulla faccia della terra, che istituisce ora, nel 2010, una macchina da guerra contro la democrazia, i diritti umani, il progresso, in nome dei sogni paranoici e delle fantasie malate di una congrega di individui che, a detta stessa del loro testo sacro, non sono di questo mondo, e perciò, invece di andarsene in quell'altro, preferiscono però vivere inutilmente alle spese di coloro che in questo mondo costruiscono e ripongono aspettative.

L'ARCIVESCOVO PAOLO ROMERO SPUTA SUL LAVORO DEI GIUDICI SICILIANI RISPONDENDO ALLE POLEMICHE SUI COSTI DELLA VISITA DEL PAPA: "PERCHE' NESSUNO SI CHIEDE QUANTO COSTA ALLA CITTADINANZA LA CENA DI UN MAGISTRATO CON GLI UOMINI DI SCORTA?"

Ma l'apice dell'oltraggio, dello scherno e dell'offesa agli onesti cittadini siciliani, oltre al sequestro dei cartelli, sono le parole insopportabili, scandalose, viscide dell'arcivescovo di Palermo, che con la prepotenza tipica di chi sa di non avere opposizione in un Paese ormai apatico e assuefatto da un pesante lavaggio del cervello mediatico, di chi sa di potersi permettere di sputare su qualunque cosa, offende i giudici siciliani che mettono a rischio la loro stessa vita a vantaggio della società contro la mafia e l'illegalità, dicendo:"Non sporchiamo la nostra isola con polemiche sterili sui costi della visita del Papa. Perchè nessuno si chiede quanto costa alla cittadinanza la cena di un magistrato con gli uomini di scorta o quella di un politico?" Certo, che differenza volete che ci sia tra un giudice coraggioso e indispensabile alla comunità e un inutile parassita che un giorno si è messo la gonna e ha deciso di farsi crescere la pancia raccontando favole pur di vivere sulle spalle altrui ! Cosa sarebbe successo in un Paese civile in seguito a queste criminali affermazioni ? Immaginiamocelo e impariamo a vergognarci, cospargiamoci il capo di polvere per ospitare e mantenere nel nostro Paese questo crimine organizzato da secoli, e per non riuscire a reagire a questo abominio nemmeno dopo essere entrati in Europa, nell'anno 2010!

VERGOGNAMOCI DI ESSERE ITALIANI...!

"Gli italiani sono entrati in Europa ma non hanno i diritti di tutti gli altri cittadini europei, non possono protestare, vengono psicologicamente vampirizzati e stuprati da un informazione di regime che non conosce voci alternative, non hanno diritto di manifestare, di avere la dignità di cittadini, vengono trattati come un gregge che si può conformare a qualsiasi abominio e tutto questo perchè? Perchè l'Italia in Europa è il cavallo di Troia della setta vaticana, perchè gli italiani non sono cittadini ma sudditi di una setta, perchè TUTTI i mali del nostro Paese derivano per il 90/100 dall'essere succubi e dall'ospitare nel cuore della nazione democratica una monarchia assoluta che ne vuole distruggere le fondamenta. E quando i rappresentanti di questa organizzazione fanno visita nelle nostre città, noi non esistiamo più come uomini e donne, ma come pecore o pargoli. Forse la mancanza di una reale unità culturale italiana fa sì che non ci sia unanimità nel ribellarsi a questo assurdo regime teocratico-fascista, ma forse questo non basta a spiegare le ragioni di un tale silenzio sugli episodi di censura violenta capitati a Palermo.Non ci rendiamo conto che abbiamo a che fare con la più grande mafia mondiale, con la più grande organizzazione di criminali storici del pianeta e che il nostro Paese è tenuto con il coltello alla gola, non ci rendiamo conto che lo spettro di un regime teocratico da terzo mondo ci alita sul collo e che noi stiamo nutrendo i portatori di morte e di persecuzione dell'uomo sull'uomo, i più acerrimi nemici della vita? In pochi anni l'Italia si è ridotta a teatro macabro di fantasmi e superstizioni medievali, teatro allestito a spese dei cittadini laboriosi da coloro che di quegli stessi cittadini hanno stuprato i figli, hanno negato i diritti, a spese di quegli stessi cittadini che hanno ucciso e torturato da secoli. Sembra che la storia non sia passata da qui, sembra, ed è, un paese mummificato e sospeso, in attesa che qualche evento, speriamo non tragico, ne desti il sonno.Perchè dico"speriamo non tragico?"Perchè la disperazione e la necessità di capri espiatori su cui poter sfogare il bisogno di vendetta e su cui indirizzare le paure e le insicurezze della plebaglia, mietono sempre molte vittime, quindi speriamo davvero che il risveglio non sia troppo brusco. Intorno a noi si erge una cortina di informazioni di regime, sapientemente studiate al fine di non far apparire l'orrore grottesco del periodo che stiamo vivendo, poichè i giovinastri festeggiatori del papa a Palermo erano una minoranza, nessun telegiornale si sarebbe sognato di intervistare le voci dissidenti, o di inquadrare manifestazioni di sdegno, se avessero potuto esserci, ma i cittadini di Palermo hanno dovuto comunque pagare la visita di chi giunge per portare oscurantismo, superstizione, paura, di chi viene come un predatore a rubare la libertà e a Calpestare la Costituzione e vuole essere anche pagato per questo! Di chi fa proclami contro la mafia per nascondere la sua complicità con la stessa e le affinità elettive indissolubili con il regime mafioso, che fa sì che proprio i padrini siano i più fanatici veneratori del più grasso e furbo dei loro simili: il Papa. Speriamo che non siano cattolici anche gli alieni del 2012, visto le preoccupanti conoscenze che dicono di avere gli stregoni in Vaticano riguardo a questo avvenimento!




GUARDA IL VIDEO SULL'IRRUZIONE DELLA DIGOS ALLA LIBRERIA ALTROQUANDO:

http://www.gay.it/channel/attualita/30582/Blitz-della-Digos-nella-libreria-gay-mentre-passa-il-Papa.html

Alessia Birri 14 ottobre 2010

E-mail: aleph1968@hotmail.it ; oppure: ghibellina2@yahoo.it


martedì 10 agosto 2010

L'OMOSESSUALITA'E'UN VALORE FONDAMENTALE.PROGRESSO.FUTURO.EUROPA.FAMIGLIE ARCOBALENO.MATRIMONIO GAY.


L'OMOSESSUALITA' E' INNANZITUTTO PROGRESSO, LIBERTA', CONSAPEVOLEZZA.

LETTERA APERTA A TUTTI GLI OMOSESSUALI ITALIANI. QUESTO ARTICOLO VUOLE ESSERE UN APPELLO A TUTTI VOI PERCHE' SIATE I CONSAPEVOLI COSTRUTTORI DI UN FUTURO CHE PORTERA' LA VOSTRA IMPRONTA, NELLA COSCIENZA DEL VOSTRO INSOSTITUIBILE CONTRIBUTO CULTURALE E SOCIALE.

Mi voglio rivolgere a voi in tutta sincerità, non per essere presuntuosa pensando che abbiate bisogno della mia conoscenza, ma perchè ritengo mio irrinunciabile dovere dare il mio piccolo contributo e il mio impegno alla rinascita dei valori e alla diffusione della consapevolezza, nell'amara constatazione che molti di voi, purtroppo, sono ancora inquinati da ideologìe barbare e disumanizzanti, con le quali ci hanno separato da ogni valore della natura e dell'intelligenza,e con le quali ogni cittadino di questo Paese è stato plagiato fin dalla nascita, aberrazioni da cui è difficile affrancarsi, soprattutto per le generazioni non più giovanissime, perciò spesso ci si ritrova confusi e divisi: questo crea debolezza e vulnerabilità di fronte a chi vuole il perpetuarsi di una società barbara, triste eredità del fascismo alleato del clero; siamo testimoni e protagonisti di un regime ANTICOSTITUZIONALE, ANTIDEMOCRATICO, ANTIEUROPEO,ILLEGGITTIMO,frutto di un complotto crudele e sinistro messo in atto da poteri criminali (mafia-Vaticano-fascismo) che tengono in ostaggio il nostro Paese ai fini della propria sopravvivenza e cercano di isolarlo da ogni progresso e da ogni emancipazione culturale dei cittadini. Ritengo di ripetere cose banali e risapute per qualsiasi mente libera e razionale, cose di cui ognuno di voi è certamente consapevole.

L'ETEROSESSUALITA' COME PRINCIPIO E' UN'INVENZIONE: L'UOMO E' FONDAMENTALMENTE BISESSUALE.

L'essere umano è fondamentalmente e naturalmente bisessuale, e questa sarà la principale conquista del futuro e del progresso. Se così non fosse, ci sarebbe una grave limitazione delle prospettive umane, e, se così non fosse, l'uomo sarebbe assimilabile all'alienante e incosciente catena riproduttiva degli animali bruti, non avrebbe la possibilità di relazionarsi con la profondità e l'infinità della sua essenza. La parola "eterosessuale"è vana e senza senso, poichè la natura umana non conosce classificazioni e delimitazioni,è una furba invenzione ed una forzatura di coloro che, durante i secoli, hanno voluto ridurre l'essere umano ad un contesto puramente riproduttivo e limitante, poichè, ricordiamolo, il controllo e l'oppressione della sessualità, soprattutto contro le sue espressioni più nobili, è il principale strumento per poter dominare sui popoli e sulle masse incoscienti. Essendo la sessualità fulcro ed origine di ogni capacità e potenzialità umana, intellettiva e creativa, ne consegue che una sessualità limitata corrisponderebbe alla limitazione di ogni altra caratteristica e capacità evolutiva, con la conseguente riduzione dell'essere umano a puro animale il cui scopo è riprodursi all'infinito in un meccanismo alienante, a vantaggio di poteri parassitari, senza la capacità di relazionarsi con sè stesso e di poter sublimare i propri sentimenti, in un circolo vizioso di degradante mediocrità. Questo doveva essere il progetto disumanizzante, attraverso il controllo sessuale, delle tre manifestazioni del male assoluto: cristianesimo, ebraismo, islam, al fine d'immiserire e desertificare, mediante la creazione di un'umanità omologata e schiavizzata. La bisessualità fondamentale e, soprattutto, l'omosessualità, sono presupposti indispensabili e inscindibili dall'evoluzione, dalla capacità dell'uomo di conoscere sè stesso e dalla libertà conseguente all'espansione dei sentimenti e quindi della coscienza e conoscenza. L'omosessualità è uno dei più grandi valori che la natura ha donato all'uomo per la sua evoluzione, un valore indissolubile dallo stesso "essere umani", è il presupposto fondamentale di ogni evoluzione psichica e sociale dell'umanità, e sarà il principale impulso alla ricostruzione della civiltà e al recupero di tutto ciò che è stato sottratto alle capacità e alle potenzialità degli individui in 2000 anni di immiserimento, di devastazione e di barbarie. Inutile aggiungere che l'omosessualità rappresenta il più grande incubo di parassiti religiosi e di regimi totalitari, poichè incarna lo spirito libero e costituisce l'affrancamento da ogni limitazione e mediocrità, e, soprattutto, DA OGNI REGIME.

PERCHE' L'OMOSESSUALITA' E' INVISA AI POTERI AUTORITARI ED ASSOLUTISTICI ? NON E' IL SESSO CHE SPAVENTA DITTATURE E RELIGIONI PARASSITARIE : E' L'AUTODETERMINAZIONE, SONO I SENTIMENTI, E' LA LIBERTA' DELL'INDIVIDUO ADULTO PADRONE DELLE PROPRIE SCELTE E FAUTORE DEL PROPRIO DESTINO.

Cos'è che rende l'uomo libero? Cos'è che distingue un vero uomo da un succubo e da un proletario? E'IL SENTIMENTO: il sentimento ti rende libero, ti nobilita, fa sì che nessuno ti possa sopraffare, perchè è proporzionale all'autocoscienza e all'evoluzione psichica dell'individuo. Un individuo cresciuto in comunità sottoculturate, o nello squallore di società barbare e oppressive, il quale non ha avuto la possibilità di crescere, di evolvere le proprie potenzialità, di costruirsi come persona...un individuo immiserito da tutte queste avversità, non sarà in grado di provare gli stessi sentimenti consapevoli di un individuo che abbia avuto la possibilità di crescere e di formarsi come persona nella propria realizzazione, perchè questi sono strettamente legati alla sua valorizzazione e alla libertà. UNO SCHIAVO NON POTRA' MAI AMARE, SOLO L'UOMO LIBERO PUO'ACCEDERE A QUESTO DONO, OVVERO L'UOMO CHE AMA E CHE CONOSCE SE' STESSO. L'omosessualità e la bisessualità sono un dono che rende liberi da ogni potere autoritario il cui principale strumento di oppressione è la famiglia tradizionale, intesa dai regimi come animalesco convegno di esseri banalizzati, il cui unico scopo è la prolificazione, e le cui uniche relazioni sono quelle dell'autorità. Questa è la principale arma di cui i regimi si servono per controllare le masse, strumento a cui tengono più di ogni altra cosa, e che hanno un assoluto terrore di perdere; per questo ribadisco, e lo farò ovunque mi sarà possibile, che l'apporto culturale, sociale e umanistico degli omosessuali e delle famiglie omosessuali (dette anche "famiglie arcobaleno"), sarà irrinunciabile per la costruzione di una nuova civiltà e per l'emancipazione dell'intero genere umano dalle malattie dell'anima diffuse dalle religioni parassitarie, da ogni regime e da tutto ciò che si oppone alla realizzazione e alla valorizzazione dell'umanità.

OMOSESSUALITA' DI NUOVA GENERAZIONE E OMOSESSUALITA' DI VECCHIA GENERAZIONE.

Dobbiamo notare inoltre la radicale differenza tra vecchia generazione omosessuale orientata al maschio ipertrofico, frutto di un machismo esasperato di stampo fascista, al quale di solito l'omosessualità repressa e maturata in un clima di ipocrisia si riferisce, e nuova generazione orientata a un modello armonioso, se non addirittura androgino, frutto di un evoluzione sociale e culturale che ha superato le principali e artificiali differenze fra i due sessi (leggere il mio articolo in questo blog: "Il valore della preziosa avanguardia culturale degli emo). Per questo, vivendo in un epoca di transizione, in cui nuove potenzialità e nuovi orizzonti convivono con vecchi schemi barbari e innaturali, non vi può essere un raffronto fra nuove e vecchie generazioni, vi è un abisso che separa anche pochi anni di differenza.

ENGLISH VERSION:

http://www.fainotizia.it/2009/12/11/homosexualitygay-marriageeuropehelp-italy


Alessia Birri, 10 agosto 2010.

E-mail: aleph1968@hotmail.it

Il mio profilo facebook:

http://www.facebook.com/profile.php?id=100002358992588&sk=wall#!/profile.php?id=100002358992588&sk=info


Visitate questo gruppo "Dalla normalità si può guarire":
http://www.facebook.com/profile.php?id=100001089248894#!/pages/Dalla-normalit%C3%A0-si-pu%C3%B2-guarire/104916449587188?sk=wall

Visitate questo gruppo "L'amore che non osa pronunciare il suo nome":

http://www.facebook.com/profile.php?id=100001089248894#!/pages/Lamore-che-non-osa-pronunciare-il-suo-nome/165722740109883


Blog di Rainbow:
http://rainbowman56.wordpress.com/author/rainbowman56/

sabato 24 luglio 2010

MUSSOLINI-VATICANO-PATTI LATERANENSI-CONCORDATO:I TOPI RINGRAZIANO.


L'ITALIA PAESE ESPORTATORE DI FASCISMO, SUPERSTIZIONI MEDIOEVALI E OSCURANTISMO NEL XXI SECOLO.

Abbiamo già discusso, in un mio precedente articolo (Il cristianesimo è una malattia mentale), sull'immensa patologìa mentale e sociale insita nell'aberrazione storica dell'ideologìa cristiana, come di ogni monoteismo tuttora esistente. Ora approfondiamo il discorso su come si concretizza questa piaga sociale millenaria nella società.
Forse non tutti ricordano che i due Kaiser dei poteri centrali (Germanico e Austro-Ungarico) della prima guerra mondiale avevano un progetto crudele e infallibile per umiliare l'Italia sconfitta: avrebbero ricostruito un piccolo stato teocratico nel cuore di Roma, allo scopo di degradare il popolo italiano con la diffusione di un flagello che lo avrebbe tenuto nel sottosviluppo, nell'arretratezza, nell'emarginazione sociale e culturale rispetto al resto d'Europa, un terzo mondo pietrificato in una morsa di barbarie medievale che si sarebbe diramata come un cancro nei più profondi strati della società e avrebbe ammorbato agli odiati italiani l'aria, la quotidianità, la vita...questo volevano i più acerrimi nemici del nostro Paese, perchè sapevano che un popolo schiavizzato dalla sottocultura religiosa è un popolo schiavizzabile in tutti i sensi, un popolo senza dignità e senza coscienza, inerme davanti agli spauracchi e le superstizioni di una setta istituzionalizzata, così come inerme davanti a chiunque volesse estendervi il suo imperialismo. Ebbene, i documenti sul progetto che i Kaiser avevano per l'Italia e i documenti dei Patti Lateranensi non sono in nulla dissimili e da quel momento l'Italia potè considerarsi a pieno titolo l'unico stato dell'Europa del dopo-guerra dominato da una monarchia assoluta di matrice religiosa, il destino più umiliante, degradante e oscuro che potesse cadere sul capo di quelle generazioni. Fascismo e cattolicesimo sono indissolubili, non perchè il Duce credesse a quelle superstizioni ( così come sarebbe puerile pensare che Berlusconi ci creda ), ma perchè ogni dittatore sa che per sottomettere una nazione la clava paralizzante della religione è la più efficace. Il cappio fu assestato, il sacrificio dei nostri avi che con la presa di Porta Pia ci fecero il dono più grande liberandoci a prezzo di sangue da un male che da secoli ci attanagliava, fu calpestato dai capricci di un piccolo despota e dalla sua necessità di trovare appoggi e leggittimazioni ( infatti in un mio precedente articolo ho messo in risalto il fatto che il monoteismo è, appunto, un'ideologia nata dalla necessità dei poteri totalitari di assoggettare le masse ); milioni di vite che dalla Costituzione si potevano attendere ciò che gli era dovuto da indiscutibile diritto naturale, un futuro di libertà, di uguaglianza, di dignità...furono distrutte, calpestate; milioni di bambini che avrebbero potuto avere una crescita sana e rispettosa furono plagiati e violentati nel loro sviluppo individuale, rinchiusi in istituti di matrice religiosa per essere uccisi interiormente e psicologicamente, inseguiti dai preti nelle scuole e nelle case...80 anni e quattro generazioni di cosiddetti "cittadini" ( o, per meglio dire, "sudditi") cresciuti nell'obbrobrio della barbarie, in una società monastero e carcere per chiunque non fosse omologato ai dettami di questa setta istituzionalizzata, milioni di persone con gravi e irreversibili problemi psichiatrici causati dalla manipolazione mentale e dalla violenza psicologica. Noi ora dovremmo guardarci seriamente alle spalle, per renderci conto esattamente di ciò che proprio oggi sta succedendo nel nostro Paese, e cioè questo inquietante rigurgito di superstizione, di pregiudizio totalitario, che rischia di ferire anche le nuove generazioni, questo volersi aggrappare disperatamente al male di cui ci siamo assuefatti basato su ignobili e barbare tradizioni, per paura di affrontare qualcosa che ci sembra troppo grande: la libertà, la responsabilità, l'autodeterminazione; tutte parole che fanno venire le vertigini a un popolo abituato ad essere bestiame, ad adagiarsi nell'infinita e degradante banalità che gli è stata imposta, a portare i figli automaticamente a battezzo quando ancora non hanno potuto vedere la luce del mondo, senza rendersi conto delle terribili conseguenze e dell'abominevole messaggio racchiuso in questa pratica: "così come non hai potuto decidere il tuo battesimo, non deciderai autonomamente più nulla, per tutto il corso della tua vita, sarai un oggetto inerme nelle mani del nostro potere."Il battesimo è uno stupro, il primo stupro che il bambino riceve come anticipazione di un'esistenza di schiavitù e limitazione.

CONSEGUENZE DEL CONCORDATO: IL MARCHIO DELL'INFAMIA SULL'ITALIA.

Soffermiamoci ora a riflettere su ciò che successe nell'anno 1929, dopo la firma del Concordato che ridiede vita a ciò che avrebbe dovuto rimanere sepolto per sempre nelle pagine più infami della storia. Tutto il progresso, le conquiste ed il cammino della società verso la laicità più agognata dagli illustri e mai abbastanza onorati fautori del Risorgimento, venne praticamente demolito e ci fu un lugubre e terribile ritorno al passato, un passo indietro di decenni, alle condizioni precedenti la gloriosa presa di Porta Pia; fu l'inizio di un ignobile ricatto che si perpetua a tutt'oggi, cioè dal 1929 al DUEMILADIECI e lo dirò in parole scarne e dirette, per far comprendere il ridicolo ed il tragico che poco si nasconde dietro questo abominio: secondo i patti del Concordato gli italiani ( lo stato mantenuto con le nostre tasse) devono pagare con i loro contributi regolarmente l'indennizzo per la rinuncia al potere temporale di una setta sul territorio nazionale, un contributo che dissangua le finanze del Paese e che è, a onor del vero, al di là dell'oscurantismo mediatico di regime, il principale responsabile della crisi che stiamo attraversando; sì, perchè dietro la crisi finanziaria nazionale ed internazionale c'è il Vaticano, l'unico stato parassitario al mondo esente da controlli, un paradiso fiscale in cui circolano i soldi sporchi della mafia, del traffico d'armi e di tutte le peggiori organizzazioni criminali del mondo: ebbene NOI paghiamo, con l'8x1000, il mantenimento di questo covo intenzionato a demolire le fondamenta della Democrazia e della società civile. Con la firma del Concordato venne di nuovo creata la Città stato del Vaticano, ovvero il principale covo del parassitismo settario cattolico riconquistò, dopo essere stato demolito dalla presa di Porta Pia, il titolo di "stato" e "istituzione": fu come dare carne alle radici di un tumore; da quel momento in poi la metastasi fu irreversibile e senza appello: i deliri di onnipotenza di uno uno staterello assolutistico abitato e capeggiato da malati mentali di ogni specie convogliati da quest'aberrante religione, le superstizioni medievali, i pregiudizi, l'arretratezza e la barbarie divennero ISTITUZIONI; una lugubre setta basata su fantasie paranoiche e deleterie decideva della vita di un intero disgraziato popolo, quello italiano: sulla morale, sul divorzio, sul matrimonio, sull'educazione...la superstizione venne insegnata obbligatoriamente nelle scuole fino al 1984, ovvero fino al nuovo patto firmato da Craxi. Ora, proviamo ad immaginare le generazioni cresciute in questa barbarie, proviamo ad immedesimarci nella mente di un bambino che assorbe fin dalla nascita questi messaggi orribili e disumanizzanti, e facciamo proprie le parole di Nietzsche: "tutta l'Europa cristiana è un immenso ospedale psichiatrico", e non potrebbe esserci definizione più giusta, perchè ciò che distingue il cristianesimo ( e con esso ogni monoteismo ) da qualsiasi altro culto naturale, è proprio la necessità di creare dei "malati", di degradare la razza umana in ogni sua facoltà psichica e fisica, creando una società di esseri degeneri nel corpo e nell'anima, abbastanza alienati da poter accettare nella loro mente un'ideologìa completamente assurda, innaturale e profondamente patologica. Ma il più obbrobrioso scempio alla nostra dignità di cittadini sulla base dei Patti del Concordato, è che ogni proprietà immobiliare su territorio nazionale appartenente al Vaticano, è considerata come "territorio estero" e gode dei privilegi delle ambasciate, perciò i confini di ogni curia, palazzo o chiesa sono impenetrabili a qualsiasi controllo, sia delle forze dell'ordine che dei magistrati, ecc...che per qualsiasi violazione o crimine non possono autorizzare autonomamente nessun mandato di perquisizione se non in accordo con la Santa Sede. Per esempio in Italia non avremmo mai potuto vedere ciò che è successo in Belgio, ovvero la perquisizione del palazzo arcivescovile e il sequestro dei documenti, nonchè l'apertura di una tomba. Cosa succederebbe in un Paese normale? In Italia contro questo flagello storico e sociale non si sono ancora viste manifestazioni di piazza di nessun genere.

CRAXI-L'8 X 1000-IL CONCORDATO DEL 1984.

Con il nuovo Concordato firmato da Craxi nel 1984, le cose non cambiarono che in meglio per il Vaticano. La religione cattolica non venne più considerata "religione di stato"e l'insegnamento religioso non fu più obbligatorio nelle scuole, ma, in compenso, con l'introduzione dell'8x1000, lo stato italiano ( definito erroneamente laico ) devolve obbligatoriamente questa cifra sottratta dalle tasche degli italiani senza il loro consenso, sempre alla chiesa cattolica, con un dissanguamento enorme delle casse dello Stato e conseguente crisi economica del Paese.

IL SACCO DI ROMA DAGLI ANNI '50 AGLI ANNI '70.

Le conseguenze del Concordato si videro successivamente mediante un vero e proprio saccheggio dei beni storici, immobiliari e urbanistici su tutto il territorio nazionale, un enorme piovra imperialistica, fedele alleata della mafia, munita di potere finanziario, temporale e,soprattutto, spirituale e legislativo che pesò come un macigno sulle vite e sulle spalle degli italiani. Dagli anni '50 agli anni '70 si diede atto a quello che si può definire "il sacco di Roma", periodo in cui il Vaticano manipolò appalti, piani regolatori, aree verdi, s'impossessò di palazzi storici e fondò società immobiliari, di modo che la città venne letteralmente sottratta agli italiani e allo Stato. In Italia possiamo veramente dire di vivere in una condizione assurda, che in futuro non potrà che essere motivo di vergogna e non potrà essere tollerata nè dalle nuove generazioni, che saranno ( e sono ) più acculturate e più coscienti, nè dall'Europa che non tarderà ad imporre i suoi diktat e a salvarci, poco a poco, da questo vergognoso rigurgito medievale. Siamo entrati in Europa in quanto dichiarati "paese democratico", ma siamo dominati e seguiamo le direttive di uno stato totalitario e di una monarchia assoluta; siamo l'unico paese al mondo che finanzia con le proprie tasse uno stato estero; le chiese sono vuote, i preti vengono dai paesi del Terzo Mondo, i seminari sono deserti, ma il Vaticano e la chiesa cattolica continuano ad essere la religione e lo stato più ricco del mondo. Una domanda è lecita: a chi fa comodo tutto questo? Chi ha interesse a protrarre questa situazione? Posso solo riflettere sul fatto che QUANDO UNA DITTATURA O UN DESPOTA STANNO PER INSTAURARE UN REGIME, L'APPOGGIO DELLA RELIGIONE E' SEMPRE IL PIU' PROFICUO.

GLI ITALIANI ULTIMI SERVI DELLA GLEBA D'EUROPA.

L'Italia non è mai stata un Paese democratico; della Costituzione e della sbandierata Democrazia noi ne dobbiamo ancora usufruire, gli italiani in realtà non hanno mai saputo che cosa vuol dire la parola "libertà","dignità","orgoglio"...e sono di conseguenza il popolo più schernito e disprezzato dai paesi avanzati, perchè considerato culturalmente arretrato e servile. L'italiano non ha mai saputo che cosa vuol dire vivere e crescere in una società sana, respirare l'aria pulita dell'autocoscienza, non ha mai saputo che cos'è la DIGNITA'.
L'impero finanziario vaticano nel nostro Paese crea un clima di ricatto e intimidazione che si erge sulle teste dei politici come una spada di Damocle; i privilegi sono talmente innumerevoli che la vergogna ci dovrebbe ricoprire da cima a fondo ed il circolo vizioso non riesce a trovare sbocchi: i politici italiani sanno che se vogliono portare a casa la pagnotta devono accontentare i capricci di questi parassiti in gabbana. Oltre a questo c'è la difficoltà, quella sì pesante, di affrancarci da una cultura di morte e umiliazione che ci ha intriso e dissanguato da ogni linfa vitale e scintilla d'orgoglio; la constatiamo infatti la doppia personalità di chi vorrebbe valere qualcosa, essere progressista e laico, ma, nello stesso tempo, si dichiara cattolico, quasi gli venissero a mancare le fondamenta, quasi avesse paura di confrontarsi con il reale vuoto che è stato scavato dentro di lui fin dall'infanzia; personaggi mediocri che vorrebbero ergersi a guide di un futuro che non capiranno mai, che lasciano il tempo che trovano; non temo di esagerare o di sembrare paranoica affermando che molti personaggi cosiddetti "di sinistra"in questo Paese ucciderebbero i figli se glielo ordinasse il Papa, sono effettivamente delle larve, degli automi sottomessi e incoscienti, in molti casi "intellettualoidi"; il virus del catto-cristianesimo ha avvelenato ogni globulo del loro sangue, sono pieni di odio, paura e livore nei confronti dell'Europa e del progresso, perchè sanno che nell'angustia della loro cella mentale, della loro banalità e della loro inutilità non ne potranno mai assaporare i frutti, si sentono smarriti come animali da vivisezione liberati in una prateria che non sanno cos'è il cielo, cos'è l'orizzonte, cos'è la libertà. Se qualcuno volesse per sacrosanto diritto aprire una nuova breccia di Porta Pia, sono sicura che la difenderebbero a costo della vita. Sì, perchè 80 anni di carcere a cielo aperto per un popolo significano intere generazioni malate, avvilite, spezzate...gli italiani sono come prigionieri che non vogliono lasciare la propria cella perchè non sanno essere liberi, perchè non hanno costruito in sè stessi il presupposto profondo della libertà: l'autocoscienza che porta all'autodeterminazione, perciò sono il perfetto gregge di pecore omologate ed automatizzate agognato dalla piovra cattolica, sono bestiame, gli ultimi servi della gleba, i servi della gleba di una gerarchia sacerdotale nell'era di Internet e della globalizzazione, una mostruosità storica.

Alessia Birri, 24 luglio 2010; e-mail: aleph1968@hotmail.it

Articoli e documenti correlati:

Blogzero.it: "Patti Lateranensi: una vergogna nazionale"
http://www.blogzero.it/2011/02/17/patti-lateranensi-una-vergogna-nazionale/

Atei.it: "Patti Lateranensi, una ricorrenza infausta"
http://forum.pagerobot.com/186-ultime-notizie/27857-una-ricorrenza-infausta-i-patti-lateranensi

UAAR: "Concordato: testo del 1929"
http://www.uaar.it/laicita/concordato/concordato_stato_chiesa_1929.html

domenica 27 giugno 2010

BERTONE-BELGIO-SEQUESTRO VESCOVI:"NON SONO MICA BAMBINI!"



TARCISIO BERTONE: "INAUDITO IL SEQUESTRO DEI VESCOVI PER NOVE ORE SENZA BERE NE' MANGIARE: NON SONO MICA BAMBINI!"

Alessia Birri: 27 giugno 2010.
Il lapsus freudiano delle dichiarazioni del cardinal Bertone illustra in modo inequivocabile il concetto di base dell'ideologia cattolica inerente anche agli abusi sessuali e di ogni genere sui minori perpetrati dai suoi rappresentanti.E' un pò anomalo il modo in cui è stata ignorata pressochè da tutti la gravissima frase pronunciata dal sopracitato cardinale il 26 giugno 2010 sul sequestro dei vescovi attuato dalla polizia in Belgio, in seguito alle perquisizioni anti-pedofilia nel palazzo arcivescovile e all'acquisizione del materiale documentativo da parte delle forze dell'ordine e dei magistrati. Questo articolo sarà piuttosto breve, perchè non c'è bisogno di molte riflessioni per capire tutto l'agghiacciante concetto racchiuso in una frase le cui ultime parole sono state pronunciate un pò frettolosamente, anche se chiaramente, ed è forse per questo che non sono rimaste impresse nella memoria degli ascoltatori; non poteva essere elaborata meglio la sintesi perfetta della concezione verticale, autoritaria e totalitaristica rappresentata da questa istituzione religiosa parassitaria. Certo,se Bertone avesse detto,riferendosi al trattamento subito dai vescovi,"non sono mica donne",le donne si sarebbero indignate; se avesse detto "non sono mica ebrei", gli ebrei avrebbero giustamente sollevato un polverone; se avesse detto "non sono mica cinesi", i cinesi avrebbero riempito ovviamente le piazze...però ha detto una cosa gravissima nella violazione di ogni dignità umana proprio riferendosi all'unica parte dell'umanità (i bambini) che le piazze non le potrebbe riempire (a meno che non lo faccia qualcun altro a suo nome) e i polveroni non li potrebbe sollevare. Al di là del fatto che per l'innaturale e disumanizzante ideologìa cristiano-cattolica i bambini in particolare non siano detentori di alcuna dignità (a meno che non si tratti di embrioni ancora immersi nella non-esistenza, condizione particolarmente cara a questo culto pernicioso)...al di là di questo fatto sarebbe opportuno e doveroso che ci sentissimo tutti chiamati in causa da queste dichiarazioni, tutti i cittadini europei e, soprattutto, i sudditi italiani, perchè quei "bambini" ai quali questo parassita si riferisce, che quanto a dignità e diritti sarebbero nulla davanti alla dignità e diritti dei suddetti vescovi "sequestrati", rappresentano tutti noi, ogni comune cittadino (suddito nel caso degli italiani) ed ogni altra categoria sociale e umana che loro pretendono di pascolare e manipolare come una massa incosciente di infanti, poichè, ricordiamolo, per l'istituzione cattolica e per le sue gerarchie di stregoni agghindati siamo TUTTI bambini, siamo tutti agnelli sacrificali senza alcuna dignità, siamo tutti parte di un ingranaggio gerarchico e piramidale al quale vorrebbero sottoporre la società distruggendo la democrazia, un ingranaggio mostruoso in cui il comune cittadino non vale nulla, meno di un granello di sabbia, meno del più spregevole animale, e la "dignità" e il "diritto"salgono man mano che salgono i gradini gerarchici della scala sociale e della teocrazia, in fondo a quella scala non c'è nulla che sia degno di rispetto, ma solo una massa di proletari che vive in funzione del benessere dei grossi e ben nutriti ratti del parassitismo settario cattolico. Certamente lo scandalo suscitato dai vescovi "sequestrati" nel civilissimo Belgio deve aver suscitato nell'animo perverso del pastore tedesco e dei suoi vassali un vivo senso di orrore e sgomento, quel senso di orrore e sgomento che mai potrebbero provare per lo scandalo della violenza sessuale sui minori, se non indirettamente per i propri interessi, essendo quest'ultima connaturata alla loro ideologìa e alla loro istituzione, quel senso di ripulsa che può provare una mente mummificata nell'unico valore...l'UNICO valore al mondo che nell'infinita banalità della sua esistenza può riuscire a riconoscere e a concepire: l'autorità.

Alessia Birri

E-mail: aleph1968@hotmail.it

Articoli correlati:

http://www.unita.it/news/100429/pedofilia_in_belgio_lira_di_bertone

http://deicida.splinder.com/post/22931580

Questo articolo pubblicato da Rainbowman56blog:

http://rainbowman56.wordpress.com/2010/06/28/riporto-condividendo-in-toto-larticolo-di-alessia-birri-sulle-inaudite-affermazioni-del-complice-dei-preti-pedofili-bertone/

Blog di Rainbowman56:

http://rainbowman56.wordpress.com/author/rainbowman56/

mercoledì 2 giugno 2010

REGIME-MAFIA-VATICANO.EMERGENZA ITALIA: COMPLOTTO CONTRO COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA !


IL VATICANO E' UNO STATO CANAGLIA NEL CUORE DELLA NOSTRA REPUBBLICA,UNA SETTA SOVVERSIVA IL CUI UNICO SCOPO E' LA DISTRUZIONE DELLA DEMOCRAZIA,DELLA COSTITUZIONE E DELLA SOCIETA' CIVILE !

Il Vaticano è una monarchia assoluta,uno stato fondato su una religione,quindi sui dogmi e sulla follìa di cui questa superstizione è portatrice.Che cosa ci fa una monarchia assoluta,basata su dogmi totalitari,all'interno dello stato laico italiano,fondato sulla Democrazia e sulla Costituzione? Se ne sta tranquilla nel suo guscio e si pasce dei quattro metri quadri che le sono stati lasciati? Credere questo sarebbe come credere a Babbo Natale; il suo scopo è la distruzione della società civile,della Democrazia e della Costituzione,la conquista e la riduzione a feudo della penisola italiana,la propagazione della follia collettiva chiamata "Fede" al fine di creare un perfetto popolo di individui abbastanza malati da poter essere assoggettabili,milioni di esseri ridotti a carne da macello: LA MERCANZIA.
Anche agli occhi dei più sprovveduti è chiaro che vi è un complotto pericolosissimo e criminoso tra il regime fascista di Berlusconi,la mafia e il Vaticano: la santissima trinità; un complotto per far arretrare il nostro paese a stato teocratico,autoritario e isolato dal resto d'Europa. Questi tre elementi cancerogeni sopracitati (governo fascista-mafia-vaticano) hanno per scopo della propria esistenza un unico obiettivo: la distruzione della Costituzione e della Democrazia e la sovversione; infatti il crimine mafioso non può coesistere con la Democrazia e la Costituzione,una religione assolutista e dogmatica non può coesistere con la Democrazia e la Costituzione,così come non vi può coesistere un governo fascista e autoritario.Ma andiamo ad approfondire il discorso.

1): Il vaticano è l'unico stato assolutamente esente da controlli internazionali,un paradiso fiscale nel quale circola il denaro della mafia e del traffico d'armi di tutto il mondo. Enrico de Pedis,boss dell'organizzazione criminale nota come "La banda della Magliana",giace sepolto in Vaticano con le pompe di un Papa. Tutti inoltre conosciamo la fine di Roberto Calvi,il legame della mafia con lo IOR e con il fu Monsignor Marcinkus,il cui appellativo era "banchiere di dio". Tutti sappiamo di come Calvi sperperava i soldi della mafia finanziando il sindacato clericale polacco Solidarnosc,tanto caro al criminale Woitjla. Possiamo pensare: cosa c'entra il furbo criminale Woitjla,promotore di odio e fondamentalismo nonchè amico di dittatori e vescovi reazionari sudamericani,con tutto questo? E' presto detto: papa Albino Luciani tentò di riformare lo IOR e di liquidare Marcinkus (regista occulto delle transazioni del Banco Ambrosiano),ma fu eliminato con i metodi che tutti sappiamo.Si doveva a questo punto eleggerne un altro dalla mente abbastanza criminale e priva di scrupoli da poter permettere a Marcinkus di perseverare insabbiando tutto,e fu eletto,appunto,Woitjla che agì coprendo i misfatti (con gli insabbiamenti del criminale Woitjla,tra mafia e pedofilia,ci si potrebbe ridurre a discarica le spiagge di mezzo mondo)! Con il denaro sporco della mafia nelle tasche del Vaticano,da allora in poi,potè essere finanziato il sindacato clericale polacco Solidarnosc,allo scopo di rovesciare i cattivi regimi comunisti che non accettavano di servirsi della religione per assoggettare i popoli: anomalia imperdonabile,estranea a qualsiasi altra dittatura.Avreste forse voluto che il Vaticano rinunciasse ai preziosi finanziamenti della mafia?! Perchè credete che i mafiosi siano tanto devoti e religiosi,come tutti sappiamo?! Vi invito a riflettere!

2):Forza Italia (alias "Partito dell'amore"),nasce nel 1994,subito dopo le stragi di Via d'Amelio,di Capaci,di Via dei Georgofili. Massimo Ciancimino,dall'aula bunker dell'Ucciardone,afferma che Forza Italia è un partito nato dalla trattativa tra stato e mafia. Infatti,se facciamo 1+1,subito dopo la nascita del suddetto partito le stragi mafiose finiscono:sarà forse stata opera della stessa Madonna che deviò il proiettile destinato al criminale Woitjla?! Sono più propensa a credere che ora la mafia abbia il suo partito,un partito che mette il cuore in pace a Vaticano e crimine organizzato (che è la stessa cosa).Ma andiamo avanti.

Facciamo una riflessione,nemmeno tanto profonda e sottile visto che quelle che sto per scrivere sono cose che giudico banali e scontate,su quello che sta succedendo nel nostro Paese: l'Italia è entrata in Europa grazie al governo Prodi,nonostante tutte le fattucchierie e le subdole maledizioni del Vaticano e della destra,ma ora,paradossalmente,è regredita ad un regime da medioevo del nuovo millennio,quando negli altri Paesi d'Europa e del mondo si registra invece un'inarrestabile progresso civile e sociale. Il Vaticano ha steso i suoi tentacoli su informazione e leggi dello stato,ha instaurato nel governo quelli che tutti sappiamo essere i suoi fedeli servitori,contro tutto e contro tutti,contro i tempi e contro corrente rispetto al mondo intero,contro diritti civili inalienabili,contro la Costituzione,contro le minoranze di qualsiasi categoria,contro le direttive europee,contro i diritti umani fondamentali. Il regime in cui ora stiamo vivendo è ILLEGGITTIMO, ANTICOSTITUZIONALE, CRIMINOSO volto all'imbarbarimento e al degrado nella direzione dell'autoritarismo e dell'oscurantismo,un regime che non ci permette di considerarci europei,ma che ci allinea culturalmente ai Paesi del terzo mondo.
A chi fa comodo l'arretratezza culturale? A chi da fastidio la Democrazia e la Costituzione? Alla santissima trinità: fascismo-mafia-clero. Il governo Berlusconi e il Vaticano si appoggiano a vicenda e lo faranno fino all'ultimo rantolo,non possono sopravvivere l'uno senza l'altro,sono gemelli siamesi; ma non perchè Berlusconi sia credente nei dogmi e nelle superstizioni cattoliche (non è mica scemo lui!),non perchè in Italia ci sia un'improvvisa quanto anacronistica epidemia di conversioni (in chiesa ci vanno solo vecchi e moribondi,nonostante i toni trionfalistici con cui vengono confezionate le gesta del pastore-tedesco-mentecatto),ma perchè sia Forza Italia (alias "Partito dell'Amore"),che il Vaticano sono entrambi tenuti al guinzaglio dalla mafia,hanno gli stessi scheletri negli armadi e la caduta dell'uno seguirebbe il crollo dell'altro,l'equazione è semplice. Ma proseguiamo nell'analisi della follia e malattia mentale collettiva chiamata "cristianesimo"e di quale terribile minaccia sia per la comunità umana.

"I CRISTIANI SONO UNA SETTA MALEFICA E PERNICIOSA" (SVETONIO).

Puntiamo ora la nostra attenzione sul principale oggetto della nostra analisi: la setta cattolica vaticana. Che cos'è che distingue una cosiddetta "religione"da una "setta"? Perchè la definizione "setta"non viene abitualmente associata al Vaticano,come dovrebbe essere se volessimo esprimere l'esatto concetto di ciò di cui stiamo parlando? Ciò che distingue una setta da una religione è semplicemente il numero degli individui a cui è riuscita a fare il lavaggio del cervello; le sette vengono chiamate tali in modo spregiativo perchè il loro esiguo numero di seguaci non da loro la possibilità di ottenere il dovuto rispetto; vorremmo chiamare "setta"il Vaticano, che è proprietario degli immobili di mezza Italia esente da tasse, che è riuscito a vivere sulle spalle di interi popoli per 2000 anni, che conta un esercito di milioni di individui plagiati, popolazioni intere e interi continenti contaminati, pronti a entrare negli ingranaggi della sua gigantesca macchina da guerra contro la civiltà e l'umanità ?! E poi il Vaticano a differenza di tutte le sette e settucole che si trovano nel mondo,vanta al suo seguito milioni di esseri umani trucidati, di genocidi, di crimini in ogni angolo del pianeta,nessuno esente! E vuoi mettere!!? Hanno voglia le innumerevoli sette e settucole di raggiungere lo stesso record per essere promosse a rango di religioni! E' come disse Charlie Chaplin in Monsieur Verdoux: uccidi qualcuno e sei un assassino, uccidi milioni di persone e sei una religione o un imperatore e avrai altrettanti milioni di persone genuflesse davanti a te, è solo una questione di numeri, di matematica; il povero serial killer il quale ha commesso delitti magari perchè ha problemi psichici, si avvia verso la sedia elettrica,LUI SI'; il Papa,ovvero il capo della più grande organizzazione criminale settaria del mondo,è scappellato da tutti e soprattutto dai sudditi italiani!

LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO E' LA PIU' GRANDE BARZELLETTA UTOPISTICA MAI INVENTATA :

per capire questo basta analizzare la natura stessa dei monoteismi,che si fondano,proprio come tutti i totalitarismi,compreso il nazismo,sul delirio di onnipotenza nell'accezione psichiatrica del termine.I monoteismi si basano sull'assurdo e l'indimostrabile,affinchè alle vittime venga tolta la capacità di pensare,di ragionare,di avere una volontà,ma si affidino ciecamente alle mani dei loro carnefici,provengono tutti dal medesimo ceppo e sono le uniche credenze superstiziose ad imporre all'uomo di rinunciare a sè stesso. Libera chiesa in libero stato è la più ingenua fola utopistica mai escogitata! Infatti il monoteismo,e nella fattispecie il cattolicesimo,ha proprio questa particolarità e questa missione che sono inseparabili dalla sua essenza: l'adescamento e la contaminazione dei popoli e delle masse,una missione fondamentale irrinunciabile più volte ribadita nel vangelo e nelle scritture,un dovere sacro senza il quale il credente non potrebbe essere considerato tale. Pensare che una rotonda abitata da questi parassiti nel cuore dell'Italia e di Roma,una monarchia assoluta basata su una malattia mentale chiamata "cristianesimo",il cui punto di forza è l'invasamento straniante della fede e la putrefazione dei cervelli,possa starsene nel suo cantuccio senza compiere la sua irrinunciabile missione di conquista e sovvertimento della società civile che ci siamo faticosamente conquistati,di riduzione dell'umanità a bestiame proletario (gregge,appunto),è pura fantasia puerile e somiglia molto alle favole raccontate dalla nonna. L'assolutismo e il totalitarismo hanno questa particolarità: la parole stesse"assolutismo" e "dogma" escludono ogni concetto di rispetto e reciprocità,ogni concetto di esistenza di "altro da sè";l'assuefazione di secoli ci ha reso ciechi davanti a un fenomeno di pura pazzìa indotta che non trova precedenti nella storia dell'umanità,l'abitudine ci ha tolto la capacità di giudicare,di accorgerci che ci troviamo ad affrontare una manifestazione dell'unico male assoluto che potesse insinuarsi nell'esistenza umana; i monoteismi,per propria stessa natura,non possono ammettere l'esistenza di un angolo di mondo sano in cui prosperino individui liberi e felici,altrimenti qual'è lo scopo di una setta come quella cattolica,formata dai rifiuti dell'umanità,che rinunciano al mondo perchè non hanno nulla da perdere ?! Vogliamo forse che accettino di morire in silenzio nelle loro stanze di clausura senza trascinarsi dietro il resto dell'umanità sana?! E il loro odio che cosa avrebbe da masticare,soltanto le loro viscere?! Ebraismo,cattolicesimo e islam sono metastasi del male assoluto,ciò che di più devastante e degradante possa contaminare l'anima umana,religioni che di assoluto hanno solo la morte,l'annullamento,l'obbrobrio dell'uomo e della donna ridotti ad animali bruti al servizio di poteri parassitari.

L'unico modo per estirpare questo cancro,l'unico obiettivo per salvare le nuove generazioni dall'adescamento di questo morbo della storia,è l'ELIMINAZIONE TOTALE E RADICALE di ogni sua possibilità di divulgazione, l'isolamento e l'emarginazione progressiva dell'ideologia cattolica DA OGNI LUOGO FRAQUENTATO DA MINORI E PUBBLICO ESERCIZIO, poichè la libertà di pensiero non può includere ideologie aberranti e criminose, che non possono, al pari di altri pensieri, essere tollerate e avere il permesso di fare proseliti. La cosa dovrà avvenire in modo progressivo e irreversibile, affinchè ci prendiamo la RESPONSABILITA' di difendere la salute mentale, il corpo, la vita stessa di coloro che saranno i protagonisti del nuovo millennio.

Testo estratto dal libro di Gaetano Salvemini,che illustra i danni irreversibili causati dalla contaminazione settaria della mente infantile:

»[la scuola laica] deve educare gli alunni alla massima possibile indipendenza da ogni preconcetto non dimostrato. Essa deve sostituire negli alunni all’animo dogmatico, che sembra quasi connaturato con il pensiero infantile e giovanile, e che rafforzato e rivolto in un determinato senso nelle scuole confessionali è stato sempre fonte perniciosissima di intolleranza e di odii civili; a quell’abito dogmatico, dicevo, la scuola deve sostituire l’abito critico, e alla intolleranza settaria il rispetto di tutte le opinioni sinceramente professate. La scuola laica non deve imporre agli alunni credenze religiose o politiche in nome di autorità sottratte al sindacato della ragione. Ma deve mettere gli alunni in condizione di potere con piena libertà e consapevolezza formarsi da sé le proprie convinzioni politiche, filosofiche e religiose. E’ laica insomma la scuola in cui nulla si insegna che non sia frutto di ricerca critica e razionale, in cui tutti gli studi sono condotti con metodo critico e razionale, in cui tutti gli insegnamenti sono rivolti ad educare e rafforzare negli alunni le attitudini critiche e razionali . (G. Salvemini, Il programma scolastico dei clericali, in Clericali e laici, 1951).

Alessia Birri, 2 giugno 2010

E-mail: aleph1968@hotmail.it


Articoli correlati:


Disinformazione.it: "Il costo del Vaticano"

http://www.disinformazione.it/costovaticano.htm



Vitadidonna.it: "Berlusconi vende l'Italia al Vaticano"
http://www.vitadidonna.org/politica/politica/berlusconi-vende-litalia-al-vaticano-5883.html

lunedì 31 maggio 2010

PEDOFILIA E VIOLENZA SUI MINORI NELLA CHIESA CATTOLICA SONO ISTITUZIONI FONDAMENTALI !


COME TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI E TOTALITARIE,LA CHIESA CATTOLICA NON POTRA' MAI SOPRAVVIVERE SENZA QUELLI CHE SONO I SUOI CAPISALDI:LA PEDOFILIA E LA VIOLENZA SESSUALE SUI MINORI.

Nel 2010 il mondo si accorge che i suoi figli sono stati e sono tuttora oggetto di violenza sessuale,fisica e psicologica da parte della più grande organizzazione criminale parassitaria esistente sulla faccia della terra! Che bello,dopo la scoperta del fuoco questa è senz'altro la più eclatante! Nel 2010 ci guardiamo alle spalle e ci accorgiamo che milioni di bambini nativi in Canada,dal 1800 al 1996,sono stati torturati,violentati,SEPOLTI VIVI in innumerevoli fosse comuni sparse in tutto il territorio in un immane genocidio per mano degli istituti religiosi cattolici,che vennero usati come campi di sterminio, FINO AL MILLENOVECENTONOVANTASEI !! Nel 2010 la bella coscienza addormentata dei succubi ha un sussulto e si accorge che milioni di uomini e donne che vivono in mezzo a noi,e sono ancora giovani,hanno avuto la vita distrutta e devastata da anni di sevizie e torture fisiche e psicologiche negli istituti cattolici:Irlanda,Germania,Italia,Australia,America...tutti i paesi del mondo contano generazioni di esseri plagiati e svuotati interiormente mediante la consueta e ISTITUZIONALIZZATA pratica della tortura psicologica e fisica e della violenza sessuale.Dove abitava prima la nostra coscienza,in quale sonno profondo quanto orribile della ragione siamo vissuti finora...!! Evidentemente,i diritti umani applicati e la laicizzazione e civilizzazione della società hanno portato l'umanità al risveglio,a non essere più passiva,a sentire finalmente sulla propria pelle tutto l'orrore sopportato fin qui da milioni di vittime,a rendersi conto del baratro e della putrefazione in cui ci ha fatto precipitare,in quasi 2000 anni,quella che altro non è che una setta parassitaria e criminale che ha dovuto la sua fortuna unicamente perchè ha saputo approfittare delle disgrazie umane e delle difficoltà della storia.Abbiamo dovuto raggiungere il DUEMILADIECI perchè il mondo si accorga di essere attanagliato da una mostruosa piovra ingrassata sul sangue dell'umanità,sui genocidi,sulle sofferenze dei vostri figli (dico "il mondo" ,perchè per quel che riguarda gli italiani il discorso è diverso e chiamare "popolo" questo sterminato gregge di alienati mentali impenitenti,sarebbe un appellativo troppo onorevole)!

LA PEDOFILIA INTESA COME VIOLENZA SESSUALE E PSICOLOGICA SUI MINORI NON E' UNA QUESTIONE E UNA DEVIANZA INDIVIDUALE,MA E' UN ISTITUZIONE COLLAUDATA SENZA LA QUALE L'ALIENANTE PAZZIA CRIMINALE DELL'IDEOLOGIA CATTOLICA NON POTRA' MAI SOPRAVVIVERE !

Ora,per essere realisti,immaginare che un'ideologia TOTALITARIA (e scrivo in maiuscolo per accentuare tutto l'orrore ed il male assoluto racchiuso in questa parola),capeggiata da una monarchia ASSOLUTA che campa con i soldi del nostro stato che dovrebbe essere laico e democratico,che pone la base del suo potere sulla malattia mentale e la follia suicida collettiva (istigata dal crocifisso)...immaginare che una simile mostruosità e un simile cancro possa sopravvivere in una società in cui imperino i diritti umani individuali,formata da cittadini liberi e dignitosi...pensare che possa sopravvivere alla civilizzazione e al rispetto dell'infanzia è pura ingenuità! Ora che sono con le spalle al muro vorrebbero farci credere che la violenza sessuale sui minori è stata uno spiacevole incidente di percorso nella storia del cattolicesimo!Un crimine individuale di alcuni soggetti "malati" di pedofilia da circoscrivere e curare (commovente).Ma quale idiota può pensare che un'ideologia totalitaria,umiliante e paralizzante di ogni facoltà e volontà umana,basata sull'assurdo e sulla follìa,potesse essere inculcata nella mente degli individui,ammalare interi popoli attraverso i secoli se non mediante la violenza,i crimini,la coercizione e lo svuotamento dei cervelli resi pazzi e succubi da una mostruosità storica contro natura e contro ragione?!Il totalitarismo cattolico ha sempre basato il suo potere sulla violenza sessuale,perchè è il mezzo attraverso il quale la volontà ed il percorso evolutivo del bambino vengono definitivamente spezzati,il mezzo attraverso il quale l'alienazione mentale che sta alla base di quest'assurda ideologia può iniziare il suo percorso atrofizzando ogni scintilla di coscienza e libertà,è il metodo più sicuro,più infallibile,più prezioso per una setta di parassiti che hanno potuto sopravvivere solo facendo dell'intera società un grande manicomio di esseri umiliati e incoscienti,bisognosi perchè profondamente malati,ombre che non sanno nè dove vanno,nè cosa sono,nè cosa vogliono,una sub-umanità succube e degradata,rozza e imbarbarita.IL CRISTIANESIMO E' UNA MALATTIA MENTALE OLTRE CHE UN CANCRO DELLA STORIA,l'assurdo non può far parte di un percorso libero di coscienza,di una personalità definita e di una vita realizzata...L'ASSURDO PUO' ESSERE SOLO IMPOSTO,PUO' ESSERE SOLO DIFFUSO ATTRAVERSO IL CRIMINE,ATTRAVERSO LA VIOLENZA,L'ASSASSINIO!L'AGNELLO SACRIFICATO SULLA CROCE E' IL BAMBINO UCCISO AFFINCHE' NON POSSA CRESCERE,SVILUPPARE LE SUE FACOLTA',ESSERE LIBERO!Ma le tardive pecore italiane continueranno a credere che la violenza sessuale negli istituti cattolici è opera di pochi individui deviati e non un'istituzione approvata e collaudata!Continueranno a credere a quello che si dice in televisione,a farsi condizionare dalle parole di quel certo pastore tedesco,quell'idiota fallito dalla vita che,se non avessimo mantenuto noi fino a veneranda età,sarebbe stato soppresso da madre natura! Al Provolo di Verona i bambini sordomuti venivano violentati ripetutamente da tutti i religiosi (dal più grande al più piccolo) dell'istituto fino alle più alte gerarchie e a numerosi vescovi e prelati,che se li passavano da uno all'altro costringendoli a subire orribili abusi: ERANO TUTTI MALATI?? Ed erano tutti (decine di persone)stranamente concentrati in quell'istituto e su quel territorio?!Ma che coincidenza,vero?! ERANO TUTTI DEI CRIMINALI PARASSITI ED ETEROSESSUALI CHE AVEVANO IL NULLA OSTA PER DISTRUGGERE L'INFANZIA NEL PERIODO DEL SUO SVILUPPO,che attraverso la pratica della violenza sessuale potevano rendere concreta la propria sopraffazione e il proprio potere esclusivo sul gregge! Proprio come nella migliore usanza delle famiglie tradizionali cattoliche,in cui i figli vengono abusati dal padre per confermarne l'autorità;infatti chi rappresenta il prete? Proprio il "padre di famiglia",quello della peggiore tradizione di una società basata sulla dittatura dell'eterosessualità e della famiglia sottoculturata tipica di una società arretrata sulle spalle della quale la religione cattolica può campare.

LA TRASMISSIONE DI SANTORO DEL 20 MAGGIO 2010 SUGLI ABUSI DEL CLERO E' STATA CONTROPRODUCENTE.

Certe trasmissioni,come quella di AnnoZero del 20 maggio 2010,appunto,sono più dannose dei telegiornali filo-clericali e delle reti vaticane;chi era invitato ad Anno Zero quella sera? Nichi Vendola (patetico caso di schizzofrenia tra il finto progressista e il vero integralista cattolico,che non se la sognerebbe mai di fare un graffio all'esistenza del vaticano e del cristianesimo),un vero e proprio traditore del mondo omosessuale (che dovrebbe essere il massimo veicolo del progresso e dell'evoluzione sociale),nonchè traditore di ogni laico ed agnostico esistente,e che per sua stessa ammissione giudica la Bibbia (testo steso migliaia di anni fa come guida di un popolo nomade e analfabeta) come massimo punto di riferimento del suo percorso evolutivo (quindi immaginiamoci quale prodotto può aver partorito);poi c'erano: un prete,di cui non ricordo il nome e non mi interessa,un giovinastro integralista cattolico,volto noto,di nome Antonio Socci,che,attraverso la consueta dose di vittimismo settario,viene lasciato sproloquiare a ruota libera in lacrimevoli descrizioni su come i cristiani sarebbero perseguitati nel mondo.Buona invece la puntata di Mi manda RAI3 sugli abusi al Provolo di Verona.

I PIU' EFFICACI ANTIDOTI CONTRO IL CATTOLICESIMO SONO : L'AUTODETERMINAZIONE,I SENTIMENTI,L'ORGOGLIO,LA DIGNITA',LA LIBERTA'! UN INDIVIDUO "COSTITUZIONALE" SI RICONOSCE DA QUESTE CARATTERISTICHE.

Il cattolicesimo è un'ideologìa che,come tutti i totalitarismi,si basa sulla sopraffazione,sull'autoritarismo,sulla persecuzione dell'uomo sull'uomo,sull'alienazione mentale;la pedofilia come violenza sessuale e come mezzo di annullamento individuale è sempre stata il perno del suo potere e il mezzo con cui,fino ad oggi,è riuscita a creare una società contro natura,un manicomio perfetto in cui pescare succubi sulle spalle dei quali poter campare! L'intera religione cristiana è pedofilia;non si può separare lo stupro fisico dallo stupro delle coscienze,tutto è perfettamente correlato e solo gli ingenui possono non accorgersene.L'intero cattolicesimo è basato sull'inerzia dei succubi,sull'immaturità psichica e fisiologica,sullo stato fetale permanente dell'individuo; prendete un esempio di cattolico perfetto: Ratzinger,Padre Pio,Madre Teresa,Papa Woitjla prima di tirare le cuoia quando andò a sbavare perfino in Parlamento (così ridotto e punito dalla sorte per i suoi crimini era proprio il soggetto perfetto rappresentativo della sua religione)! Questi sono gli strumenti ideali del cattolicesimo: aborti,tardi di mente,feti invecchiati...

Articoli correlati:

http://aut.blog.excite.it/permalink/509247

http://www.bambinicoraggiosi.com/?q=node/1899


http://www.uaar.it/ateismo/opere/48.html

http://www.fisicamente.net/SCI_FED/index-771.htm

SBATTEZZATEVI : http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/


Alessia Birri.

E-mail: aleph1968@hotmail.it

Blog di Rainbowman56:

http://rainbowman56.wordpress.com/author/rainbowman56/





venerdì 28 maggio 2010

LA SCRISTIANIZZAZIONE DELL'EUROPA E' UN DOVERE INELUTTABILE.




CONTRO IL CANCRO DI QUESTO MONDO:LE NUOVE GENERAZIONI CI GUARDANO,UN GIORNO CI GIUDICHERANNO IN BASE A CIO' CHE ABBIAMO FATTO PER IL RISPETTO DELLA LORO DIGNITA' E DEI LORO DIRITTI CONTRO LA CULTURA DELLA MORTE E DELL'UMILIAZIONE.

Tutto ciò che vi è di barbaro,di disumano,di tenebroso nella storia dell'Occidente appartiene a questa sciagurata malattia storica e follìa collettiva chiamata "cristianesimo";il progresso,l'evoluzione,la ragione appartengono alla riscoperta dei valori delle nostre radici pagane.La libertà,i diritti,la democrazia e tutto ciò che è luce e progresso appartengono alla classicità,al paganesimo.Il male oscuro che ci ha attanagliato per 2000 anni ,che ha distrutto generazioni e generazioni creando a mano a mano reggimenti di individui-mercanzìa,infiniti greggi di rozzezza e ottusità,fertili campi per il seme infame della barbarie e della follìa,si chiama "cristianesimo".Chi è cieco di fronte a questa ovvietà storica,vorrebbe immaginare un'Europa in cui cristianesimo e progresso fossero conciliati,trascurando il fatto che proprio questa malapianta dovette essere combattuta nei secoli per raggiungere fin qui ciò che abbiamo conquistato,trascurando il fatto che nulla sono le peggiori ipotesi di degrado e di sottocultura,di fronte alla sciagurata prospettiva che questo seme di morte e disumanizzazione possa continuare ad essere tollerato in un continente che dovrebbe essere guida e punto di riferimento per tutti i popoli del mondo.Per quanto lungo sia ancora il sentiero da percorrere per raggiungere la piena,vera,autentica e progredita civiltà,in Europa abbiamo raggiunto un certo grado di riconquista,seppure sia nulla di fronte a ciò che potranno godere le nuove generazioni (dico RICONQUISTA perchè non sembri che ciò che abbiamo raggiunto finora sia qualcosa di straordinario:SONO LE COSE OVVIE,ELEMENTARI,I DIRITTI SACROSANTI E NATURALI CHE OGNI ESSERE UMANO DEVE PRETENDERE CON LE BUONE O CON LE CATTIVE MANIERE,sono la dignità e la valorizzazione dell'individuo che ci sono stati strappati a forza,sottratti in nome di una società contro natura in cui la feccia dell'umanità,sotto la bandiera del cristianesimo,ha voluto umiliare e distruggere tutto ciò che vi è di sano e di compiuto nella razza umana).Il cristianesimo è stato una sciagura,una malattia devastante del corpo e dell'anima da sempre combattuta dagli anticorpi dell'intelligenza umana e dell'orgoglio insito in ogni spirito libero.Ma,come dissi altrove,ciò che non pone radici nella vita e nella natura è destinato a morire;viceversa ciò che nasce dalla vita e dalla natura non potrà mai essere sradicato.

Questa è la domanda che ci dobbiamo porre:può un'ideologìa nata dall'odio,dal risentimento,dal vuoto di chi non ha nulla da perdere ed è costretto ad immaginarsi un dio che lo porti al pascolo come un animale per dare una parvenza di valore alla banalità della sua vita...può una simile ideologia essere tollerata e sopravvivere al progresso e alla civiltà,inscindibili dalla valorizzazione dell'individuo nelle sue insostituibili qualità e inconciliabili con l'appiattimento verso il basso e lo spregevole? La risposta è logica ed è NO,il cristianesimo non potrà mai sopravvivere a ciò che è diametralmente opposto al terreno della sua diffusione:il progresso,la consapevolezza,la VITA STESSA,oltre ai particolarismi relativi alla sua valorizzazione.Il parassitismo prospera nell'incoscienza delle masse,nell'arretratezza,nel bisogno...il motivo per cui l'ultima sacca parassitaria e criminale sopravvissuta in Occidente,cioè quella vaticana,abbia potuto raggiungere il 2010 alla faccia di tutte le malefatte perpetrate ai danni della società,potrebbe essere analizzato in base a convenienze politiche e opportunismi di chi ha usato questa nefasta presenza strumentalizzandola a suo favore,ma sarebbe un discorso lungo per questo contesto;la domanda sussiste: a chi hanno fatto comodo fin'ora?Perchè questi esseri degeneri,usciti dalle tenebre di esistenze senza significato e dal buio più tetro della storia,sono ancora qui,a dibattersi in un mondo che li rifiuta e li rifiuterà sempre di più,che li combatte,come topi sotto le luci al neon,in mezzo al progresso della scienza,ai computer,sotto il cielo stellato di un epoca che si affaccia e sarà piena di dignità e rispetto,come ratti in una reggia che usano la loro tana nel cuore dell'Italia per fare le loro incursioni sulle mense della nostra civiltà?Le ideologie paralizzanti delle facoltà umane,servono sempre come mezzo di controllo ai regimi,anche se non appartengono alle motivazioni dei regimi stessi;come diceva Voltaire:"se dio non esistesse bisognerebbe inventarlo...";infatti quale più geniale invenzione per poter dirigere le enormi masse di individui con un'intelligenza al di sotto della media?Queste sono le basi sociali sulle quali si fonda la sopravvivenza di ogni monoteismo(e del cristianesimo in particolare):

1) : Una monarchia assoluta o una dittatura capeggiata da un despota.

2) : Una società basata sull'omologazione e la negazione dell'individuo,quindi sulla schiavitù e l'alienazione.

3) : Un sistema economico feudale che annulli ogni prospettiva di progresso (poichè lo sviluppo della borghesia stessa implica un'antitesi al cattolicesimo,infatti ci fu la gloriosa Rivoluzione Francese).

4) : In sostanza,il cristianesimo,come nacque dalla barbarie,così non può sopravvivere che in una società barbara,arretrata,fornita di un cospicuo substrato di superstizione e ignoranza,alimentata dalla persecuzione dell'uomo sull'uomo.

Viceversa qual'è la cura per guarire da quest'anomalia e malattia storica?
Il cattolicesimo non può sopravvivere a:

1) : La Democrazia.

2) : Una società basata sul libero sviluppo delle coscienze e l'autodeterminazione dell'individuo adulto e consapevole.

3) : La divulgazione del sapere e della conoscenza,quindi della libera scelta (se vogliamo fare una full immersion nei tempi che furono,ricordiamoci che anche l'invenzione della stampa fu una tragedia per il clero,poichè TUTTO è anticristiano,l'ESISTENZA STESSA E L'UNIVERSO SONO ANTICRISTIANI,poichè il cristianesimo e il monoteismo consistono nella glorificazione del nulla di chi non ha nulla da perdere in questo mondo).

4) : In sostanza,il cristianesimo non può sopravvivere ad un'umanità adulta,cosciente e progredita,non può sopravvivere alla libertà,non può sopravvivere all'esistenza stessa;è un incubo di cui ci possiamo liberare come di una bolla di sapone quando apriremo gli occhi e ci desteremo da questo sonno della ragione millenario.

Ora,essendo le forze positive della vita,dell'essere,della realizzazione infinitamente più forti delle forze negative della morte,del non-essere,dell'incompiutezza fetale,sia psichica che fisica,inerenti al cristianesimo,ne consegue che esso è già e sarà ulteriormente debellato da questi anticorpi,sarà sconfitto da sè stesso,dal suo stesso essere contro natura,dalla sua stessa assurdità,poichè l'assurdo non può avere radici;morirà asfissiato dalla vita,dal progresso,dalla coscienza,non ci sarà bisogno di ghigliottine e di rivoluzioni,ma ci sarà per questo morbo la fine più misera e meno gloriosa,una fine che non lascia strascichi,una fine per insignificanza,inutilità,emarginazione,sparizione...proprio come predetto dai filosofi Illuministi e anche dell'800.

ARRAMPICATORI DI SPECCHI : IL DISPERATO ATTEGGIAMENTO CATTOLICO AI FINI DI UN'IMPOSSIBILE SOPRAVVIVENZA.

Quelle sopraelencate sono constatazioni ovvie che non hanno bisogno di riflessione per essere capite;le stesse cose che io in quest'articolo ho voluto comunicare a voi,sono risapute molto meglio dai diretti interessati che,rassegnandosi all'idea di non avere più un senso nella società progredita,non vogliono morire senza lasciare un segno ,non vogliono andarsene in silenzio,senza almeno essersi presi la tanto agognata vendetta sulla società,senza dare sfogo a quel nodo senza fine che li tormenta per ogni conquista e felicità umana di cui loro non avrebbero mai potuto godere.L'irrigidimento e la chiusura sono i tipici atteggiamenti di chi non ha più nulla da perdere,di chi vuole morire con il pugnale in mano per non mostrarsi arreso all'inevitabile,il rigor mortis di chi non ha più niente da dare e niente da avere,di chi è ormai inutile.Infatti il cristianesimo che si addattasse ad una società progredita,il cristianesimo che vedesse la dignità dell'uomo nella sua realizzazione e nella sua pienezza,non nella morte e nell'estinzione rappresentate dal crocifisso,non sarebbe più cristianesimo,verrebbero a mancare le basi della sua esistenza,che sono:
1) : l'autocommiserazione;
2) : l'umiliazione;
3) : l'immaturità;
4) : la follìa e la malattia mentale;
5) : la miseria intellettiva (povertà di spirito);
per questo sono tranquilla,per questo starò appollaiata sul mio ramo come una civetta dalla vista acuta ad aspettare lo svolgersi degli eventi.
I RATTI SANNO CHE PRIMA O POI IL PADRONE DI CASA FARA' LE PULIZIE; I PROCI SANNO CHE ULISSE TORNERA' ALLA SUA REGGIA E LE LORO NOTTI SONO INSONNI.

Alessia Birri.
E-mail: aleph1968@hotmail.it

Blog di Rainbowman56:

http://rainbowman56.wordpress.com/author/rainbowman56/